fbpx

Codice della strada patente ritirata e multe salate

Siamo agli sgoccioli dell’approvazione del nuovo Codice della strada e non mancano polemiche e dissensi sul nuovo testo, dalla patente ritirata alle multe più salate.

Come abbiamo già scritto tra i primi ad essere delusi abbiamo la Polizia stradale che auspicava una maggiore stretta sul cellulare alla guida. Come abbiamo scritto in questo articolo si sperava di poter procedere con patente ritirata o sospesa nel nuovo codice della strada per infrazioni riguardanti il cellulare alla guida.

Abbiamo poi affrontato la delusione di Altroconsumo Codacons e Associazioni genitori per il mancato inserimento dell’obbligatorietà dei seggiolini anti-abbandono. Questa obbligatorietà avrebbe avuto lo stesso sistema sanzionatorio del mancato utilizzo delle cinture di sicurezza come recita l’articolo 172 del Codice della Strada, multa e ovviamente patente sospesa e ritirata per i recidivi.

Accogliamo anche il disappunto della LAV che aspettava
il divieto di trasporto a trazione animale nel testo base di riforma del Codice della Strada in esame al Senato.

Qualcuno esulta per il nuovo Codice della strada?

Pare proprio che tra i soddisfatti delle modifiche al nuovo codice della strada ci siano proprio loro, i ciclisti, amati e odiati da tutti gli autisti. Per loro un provvedimento vittorioso.

L’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italianifesteggia con grande entusiasmo un traguardo raggiunto, per il quale si sta battendo da anni:

«All’articolo 149, comma 1, sono aggiunti, in fine, i seguenti periodi: Durante la marcia i veicoli […]. Fuori dai centri urbani, purché occorrano le condizioni di sicurezza e le condizioni della circolazione lo consentano, il sorpasso dei velocipedi deve essere svolto lasciando una distanza laterale di almeno 1,5 metri».

Possono ritenersi soddisfatti anche gli utilizzatori di monopattini segway e simili, definiti micromobilità elettrica, come scritto nel nostro articolo.Per loro la legittimazione nel codice.

Esultano meno i comuni e i guidatori di mezzi tradizionali. Chi guida questi mezzi, infatti, non rischierà patente ritirata o sospesa in caso di infrazioni.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares