controllo punti patente auto

Controllo dei punti patente 2020.

Il controllo dei punti patente è una verifica che bisogna fare di tanto in tanto. Soprattutto se ci siamo imbattuti in qualche multa da pagare

Quanti punti ho sulla patente?

La domanda è lecita. Siamo sicuri che se dovessimo fermare un campione di 10 persone per strada, 9 non conoscono il loro “saldo” della patente di guida. Partiamo dal presupposto che ogni persona che prende l’abilitazione per poter guidare parte da una base di 20 punti. Ogni comportamento scorretto alla guida viene sanzionato (oltre alla multa pecuniaria) con la decurtazione dei punti. Se invece non vi sono sanzioni si acquistano 2 punti ogni 2 anni fino ad arrivare ad un massimo di 30 punti.

Sanzioni: alcuni esempi

Quando avviene un infrazione del Codice della Strada la sanzione ricade anche sui punti della nostra patente. Le decurtazioni partono da un minimo di 1 ad un massimo di 10 punti sulla patente. Se ad esempio non accendo i fari la sanzione sarà di -1 punto. Se, invece, commetto una violazione più grave come un sorpasso ad un incrocio o in caso di scarsa visibilità la sanzione sarà -10 punti. Essendoci categorie di infrazioni più o meno gravi ci sono diverse pene in punti differenti. Ecco perché bisogna fare il controllo punti patente auto almeno due volte l’anno.

Come recuperare i punti della patente

Oltre alla variabile tempo (come detto sopra) è possibile recuperare i punti persi sulla patente in un altro modo. Le modalità per il recupero dei punti decurtati dalla patente di guida restano le stesse anche nel 2019. La norma prevede:

  • Per una perdita di punti inferiore a 5 non servono corsi specifici, l’importante è non commettere altre infrazioni nei 2 anni successivi. Infatti se l’automobilista parte da 20 punti e ne perde 5, in 2 anni torna a 20; invece se parte da 30 e ne perde 5 scende a 25 e in 2 anni torna a 27.
  • Per una perdita di punti superiore a 5, è necessario frequentare un corso ad hoc di 12 ore con obbligo di esame finale in una scuola guida o presso altri soggetti autorizzati dal Ministero dei Trasporti e farsi riaccreditare 6 punti per le patenti normali.
  • E se si perdono tutti i punti sulla patente e si arriva a 0? In questo caso la patente è revocata. Per riaverla è obbligatorio sostenere nuovamente l’esame di teoria e di guida per il conseguimento della patente.

Se sei a rischio con i tuoi punti o addirittura hai appena scoperto di averli persi tutti, in qualsiasi caso la soluzione temporanea più efficace è sempre e solo una: ciaoaldo.com! Autisti privati e personali che guidano la tua auto e ti aiutano a preservare i punti della tua patente.

Anche la piattaforma di Driver ciaoaldo.com si affida a questo sito per “controllare” gli utenti che si registrano. In realtà sono proprio gli stessi utenti che devono effettuare un controllo punti patente auto per poter collaborare con la piattaforma e arrotondare lo stipendio come autisti privati e personali.

Aggiornamento: decurtazione punti comunicazione solo via mail o sullo smartphone

Anche relativamente alla comunicazione di avvenuta decurtazione dei punti sulla patente c’è una novità analoga con l’abbandono della comunicazione cartacea, ovvero la lettera del ministero dei Trasporti che arrivava per posta a casa dell’interessato. Essendo il titolare della patente già a conoscenza dei punti decurtati fin dal ricevimento del verbale di violazione, la comunicazione via lettera cartacea aveva solo la funzione pratica dell’iscrizione a un corso di recupero punti. Ora questa comunicazione sarà inviata all’interessato esclusivamente via mail, previa registrazione su Portale dell’automobilista. Notifica di avvenuta decurtazione dei punti che potrà essere ricevuta anche sul proprio cellulare abilitando l’apposito servizio tramite l’app iPatente.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares