fbpx
guida con la patente

Vale la pena guidare con la patente sospesa?

Vale la pena guidare con la patente sospesa?

Assolutamente non ne vale la pena guidare con la patente sospesa. Infatti, questo articolo serve per aprire gli occhi ed evitare tragedie, come ad esempio la vicenda successa a Castellammare.

Nella notte del 20 marzo 2011, il dott. Emanuele Spera stava guidando una Toyota RAV 4 in uno stato di ebbrezza e con la patente sospesa. La sua auto perso il controllo termina sulla corsia opposta e si scontra con una Fiat 500 occupata da tre ragazzi napoletani che tornavano da una serata in costiera amalfitana e più precisamente da Sorrento.

L’incidente appare subito molto grave ed infatti c’è una vittima: il giovanissimo ventiquattrenne, un neoavvocato, figlio di un giudice, Andrea Chiappetta. Vista la professione del padre allo sfortunato giovane viene dedicata un’aula del tribunale di Torre Annunziata, dove era in formazione professionale. Il giovane collega di Andrea, Claudio Mazza, pur rimanendo ferito in modo molto grave e dopo aver lottato tra morte e vita per parecchi mesi si è ripreso pienamente, mentre più fortunato, anzi quasi miracolato l’autista della Fiat 500 che rimane illeso.

>> Strada senza stress? Clicca qui per scoprire come guidare senza pensieri.

Adesso per Emanuele Spersa, anch’egli figlio di un noto professionista, il medico dott. Catello, di Castellammare di Stabia, si aprono di nuovo le porte del carcere. Infatti è giunta la condanna in via definitiva della Corte Di Cassazione a 9 anni e 4 mesi ed ovviamente interdizione dei pubblici uffici e da quelli legali.
Inizialmente lo Spera viene arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari, poi la condanna in primo grado di giudizio. Quindi il ricorso in appello. E adesso la sentenza definitiva della Corte di Cassazione.

Un particolare poi da riportare è che poi l’assicurazione AXA ha cercato di rivalersi del milione di euro versato alla famiglia del povero Andrea sul patrimonio di Spera, che però si era spogliato di tutti i beni stessi.

Ricordiamo che basta poco, un autista privato o personale a 10€/ora, come quelli di www.ciaoaldo.com per evitare di perdere vite umane e di rovinare l’esistenza propria ed altrui.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares