fbpx

Meno patenti ritirate e sospese con ISA

Crediamo che con ISA ci saranno meno patenti ritirate e sospese.

Poiché ricordiamo che si incorre proprio in questo tipo di provvedimento per chi reitera il superamento dei limiti di velocità di oltre 60km/h.

A breve il parlamento Europeo voterà per l’adozione obbligatoria di ISA, di “Intelligent Speed Assistance”,.

Questo sistema che interviene sul motore e fa rallentare automaticamente l’autovettura se questa sta superando i limiti di velocità.

Questo sistema di sicurezza è già presente su alcuni modelli sul mercato (come Ford Focus, S-Max e Galaxy e Volvo XC90).

La discussione che si svolgerà il 21 Febbraio precederà  la votazione vera a propria.

Si proporrà l’adozione obbligatoria del sistema  su tutte le vetture commercializzate nell’Unione Europea a partire da 2022.

Approfondiamo perché meno patenti ritirate e sospese con ISA

Vediamo come con Isa ci saranno meno patenti ritirate e sospese e meno vittime causate dalla velocità.

Pare che il sistema riceva stimoli visivi dalle indicazioni stradali e segnali infrastrutturali o dati cartografici elettronici o entrambi,.

ISA sarà in grado di intervenire direttamente sul pedale dell’acceleratore e quindi ridurre la velocità del veicolo.

Come già segnalato nel precedente articolo relativo al sistema di frenata assistita avrà il merito di salvare molte vite e rendere le strade più sicure.

Fate una prova per capire a cosa ci riferiamo, fate un piccolo giro in strade extraurbane o tangenziali con il navigatore acceso.

Scommettiamo che vi capiterà di ricevere informazioni discordanti sul limite di velocità?

Questo può avvenire per motivi diversi, può darsi che sia  il vostro navigatore a non essere aggiornati su limiti temporanei dovuti a lavori in corso.

Oppure potrebbero essere i cartelli obsoleti e indicare limiti di velocità non più in vigore.

Sono proprio queste le informazioni che potrebbero farvi incorrere in sanzioni per eccesso di velocità, parliamo di sanzioni e non patente ritirata o sospesa.

Poiché in quel caso la responsabilità sarebbe sicuramente vostra dato che per incorre in questa casistica sarà “necessario” superare il limite di oltre 60 km/h e reiterare l’infrazione…non proprio un caso diciamo.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares