Meno patenti sospese o ritirate con i nuovi limiti a 150 km/h?

E di questi giorni la proposta del leghista on. Morelli, presidente della IX Commissione Trasporti della Camera dei Deputati di innalzare in alcune tratte il limite autostradale a 150 kilometri orari.

E’ ovviamente la classica proposta per avere un ritorno mediatico e anche elettorale. Per una persona prudente che non oltrepassa mai i limiti ne abbiamo decine che credono di guidare bene ed in sicurezza. E questo intanto senza avere nessuna capacità, con magari un’auto non in condizioni. Ad esempio quanti conoscono l’importanza di un buon pneumatico per la tenuta di strada? A questo proposito rimandiamo al sito www.stradasenzastress.it dove trovate articoli illuminanti su come si deve tenere la macchina per guidare sicuri.

Tornando al nostro ipotetico e nuovo limite c’è da sottolineare che sarebbe su pochi tratti autostradali, quelli rettilinei a tre corsie e con asfalto drenante ecc. ecc.

Al di là della facile demagogia, siamo certamente tutti convinti che un’auto nuova , guidata da un driver prudente, in assenza di traffico, sicuramente non sarebbe più pericolosa a 150 piuttosto che a 130 kilometri all’ora. Ma è stata fatta un’analisi sul parco auto circolante in Italia? e cosa dire del parco guidatori italiano? Recentemente abbiamo viso il “sorpasso” dei 60enni sui 30enni. Il numero totale della popolazione dei primi ha superato quello dei secondi. L’Italia è un paese di vecchi, quindi è un paese di guidatori vecchi! E cosa pensa l’astuto deputato leghista Morelli – senza alcuna esperienza di trasporti o quant’altro? Di alzare il limite di velocità.

Forse sarebbe meglio pensare a perdere il tempo mentale per pensare a leggi che tutelano di più l’utente delle nostre strade ed autostrade soprattutto. U esempio: sarebbe cosi difficile per impedire le entrate contromano in autostrada pensare a soluzioni economiche come tele-camere e sbarre ad ogni svincolo?

Ad ogni buon conto se i limiti si alzeranno non prevediamo un numero minore di patenti sospese o ritirate. Chi oltrepassa i limiti oggi lo farà anche domani!

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares