Parcheggio al mare, la guida per non prendere multe!

In questa stagione è molto facile farsi multare per un parcheggio indisciplinato. Il caldo, la voglia di essere il più vicini possibili alla meta per evitare lunghi tragitti a piedi ci fanno spesso dimenticare quali sono le giuste regole per un parcheggio civile anche se siamo al mare.

Ci offre uno spunto di riflessione proprio il divieto di parcheggio negli stradelli fuori dalle aree delimitate in tutti e 9 i lidi ravennati, un divieto che è stato esteso e che cerca di porre rimedio ad un costume incivile fin troppo diffuso. Inoltre questo divieto appartiene al Codice della navigazione e quindi non è possibile applicare lo sconto del 30 per cento previsto in caso di sanzioni emesse sulla base del Codice della strada qualora si paghi entro cinque giorni dalla notifica del verbale.

Considerato che spesso le spiagge più belle sono fuori città è il caso di fare un ripassino sul parcheggio.

Fuori dai centri abitati, il parcheggio deve essere effettuato fuori dalla carreggiata (cioè fuori da quella parte della strada destinata alla circolazione dei veicoli), ma non sulle piste ciclabili o sulle banchine (salva diversa segnalazione).

Se sei in vacanza o abiti al mare puoi sempre optare per una bella sudata in bicicletta, per un mezzo pubblico zeppo di turisti sudati oppure puoi farti accompagnare in auto da un autista privato e personale che guida la tua auto. Pensa di poter avere a tua disposizione per le due settimane di vacanza un autista che guida al posto tuo! Sei invece un proprietario di una piccola struttura, hai un auto ma non hai il tempo di portare in giro i tuoi ospiti? Allora puoi sempre utilizzare un driver privato che lo faccia al posto tuo! In Italia esiste un servizio che si chiama CiaoAldo e che fa proprio questo! Vai sul sito www.ciaoaldo.com

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares