fbpx
nuove regole patente ritirata.

Patente ritirata e sospesa cosa fare e cosa non fare.

Prime reazioni al provvedimento di patente sospesa

Patente sospesa e ritirata per oltre 42.000 italiani nel 2018. E’ il dato che abbiamo già visto e commentato in qualche articolo di questo nostro blog.
Chiunque subisca un provvedimento del genere lo vive come un torto e come prima cosa pensa di rivolgersi ad un avvocato per presentare ricorso contro la patente sospesa e revocata.

Il ricorso ovviamente ha pochissime probabilità di riportare la patente ritirata o sospesa nelle mani del ricorrente, il quale spesso come unico effetto ha quello di avere sborsato dei soldi per l’avvocato.

La nostra soluzione

Se vi è capitata quindi la “sfortuna” di aver avuto la patente sospesa e ritirata il consiglio di questo blog è quello di evitare di spendere i soldi per avvocati che in ultima analisi nulla possono fare.
La vostra patente ritirata rimarrà quasi certamente sospesa. Cosa fare allora? Se avete comunque bisogno di muovervi con una certa frequenza e non avete a disposizione budget enormi l’ideale, poiché possedete un’auto, è trovare un autista privato o personale che vi accompagni, vi aspetti e quindi vi riposti a casa. Questo può essere utile per
appuntamenti dove è difficile o complicato arrivare con i mezzi pubblici e troppo costoso arrivarci in taxi o NCC.
Ma dove trovare un’autista personale o privato e soprattutto a che prezzo. E magari verificato?
L’unico sito specializzato in driver che guidano le auto dei clienti è www.ciaoaldo.com che propone autisti personali e privati verificati sui punti patente ad un costo di 10€/h.
Gli autisti privati e personali di questa piattaforma sono valutati sulla completezza e correttezza del profilo, ma soprattutto sui punti patente. Solo l’autista personale o privato, ma anche l’NCC, che ha più di 20 punti ottiene 5 volanti.

CiaoAldo è un servizio attivo in tutta Italia e copre oltre l’80% delle province italiane con almeno un driver.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares