Patente sospesa per recidiva. Le nuove regole.

Proprio ieri è giunta una nuova notizia in merito al Codice della strada, la Segreteria di Stato per gli Affari Interni rende noto che il conducente a cui i Corpi di Polizia segnalino, nell’arco di due anni solari, almeno cinque violazioni tra quelle elencate all’art 66 comma 2, incorre nella sospensione della patente di guida. In particolare, con il Decreto Delegato 12/2021. Pare quindi che sarà molto più facile incorrere in un provvedimento di patente sospesa per recidiva.

Sono proprio le infrazioni più comuni e le più gravi ad essere interessate da questo provvedimento:

  • il divieto di usare cuffie sonore, apparecchi radiotelefonici, smartphone o altri apparecchi elettronici impiegando una o entrambe le mani durante la guida;
  • il divieto di circolare in strada in presenza di neve o ghiaccio o di fenomeni nevosi in atto senza aver adeguatamente montato pneumatici da neve o idonei dispositivi antisdrucciolo.

La segreteria specifica inoltre che

“si è reputato – sottolineano dagli Interni – opportuno prevedere un’ulteriore opzione riguardante il divieto di sosta in aree riservate ai disabili e nei parcheggi rosa riservati alle donne in gravidanza e ai neogenitori. Questo comportamento quindi viene fatto rientrare nell’elenco delle cause che portano, dopo cinque segnalazioni, alla sospensione della patente”

In questo modo il ” parcheggio rosa” non rappresenta più un’indicazione generica ma entra a pieno titolo nel codice della strada e può quindi anche essere, in caso di recidiva, causa di patente sospesa.

Le infrazioni fin qui indicate oltre ad essere le più diffuse sono spesso causate dalla fretta e dalla noncuranza con cui ci si mette alla guida non pensando al fatto che una piccola disattenzione può costare molto cara nel caso dell’uso di dispositivi o di gomme non idonee e può creare disagio nel caso di occupazione di posti per disabili o parcheggi rosa.

Se devi recarti in un posto e non sei sicuro di trovare parcheggio o il primo parcheggio a pagamento è troppo lontano dal luogo in cui devi andare puoi provare soluzioni alternative. Vale lo stesso nel caso in cui tu debba effettuare delle telefonate mentre sei alla guida.

Oltre ai taxi e NCC in Italia esiste un servizio di autisti privati che guidano l’auto del cliente. Si chiama CiaoAldo ed è una piattaforma di driver che guidano la tua auto a soli 10€/h. Scopri di più www.ciaoaldo.com

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

shares