Poche patenti sospese e troppi incidenti il 2 giugno

Il week-end del 2 giugno come sempre è drammatico in termini di vite perdute . Parliamo di incidenti stradali. Troppi incidenti stradali mortali. Ce lo dice come sempre puntualmente L’Asaps . Forse sono troppo poche patenti sospese ?

Ci vorrebbe sicuramente un giro di vite da parte delle autorità preposte. Più patenti sospese, più patenti ritirate. Meno morti sulle strade. Ci vogliono naturalmente anche maggiori controlli. Chi ha la patente sospesa o la patente ritirata non può e non deve circolare. Mai. Questi soggetti si devono controllare anche “elettronicamente”. Per muoversi, dove con i mezzi pubblici è difficile, possono comunque usare la propria auto. Facendola naturalmente guidare da un autista privato.

Si, esattamente un driver personale. Ma quanto costa per chi ha la patente sospesa un servizio di autista privato? Come si fa a trovare un autista privato? Il sito leader in Italia per questo tipo di servizio è CiaoAldo , una piattaforma operativa in tutta Italia dal 2018, con 3.000 autisti privati registrati. La selezione è molto seria ed è passata sull’estratto punti patente e su un colloquio. Il sito offre la possibilità a chi ha bisogno di un autista privato, di ottenere preventivi in tempo reale con grande facilità. Il cliente si deve semplicemente registrare.

ùLa registrazione prevede l’inserimento di pochi dati, tra i quali il tipo di auto da fare guidare , ed è completamente gratuita. Pochi click bastano per preventivo e scelta driver privato. E’ importante anche il prezzo proposto dalla piattaforma: 10€/h. Che è nettamente più basso dei concorrenti come Hellougo, Carvoilà ed altri. E comunque CiaoAldo consente di evitare di circolare con la patente sospesa e quindi sanzioni ben più gravi. Ricorda mo anche il problema assicurativo: se si guida con la patente sospesa e si ha un sinistro per colpa di un terzo non si ha diritto ad alcun indennizzo. Oltre a rischiare sanzioni penali.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.